Milano Finanza – Coronet apre in Vietnam

 

La società da 33,5 milioni, leader nelle pelli sintetiche per la moda, investe 20 milioni nello stabilimento.

Chiuso il capitolo della ristrutturazione aziendale dopo le perdite del quadriennio 2008-2012, il gruppo italiano Coronet guarda con ottimismo al 2015 e vara un’importante iniziativa industriale. L’azienda specializzata nella produzione di pellame sintetico, protagonista per questo mercato nelle forniture alle società della moda, dell’abbigliamento e delle calzature (ma come sempre per contratto i fornitori non possono fare i nomi dei brand clienti) ha messo infatti in cantiere un 2014 in positivo, con una crescita dei ricavi consolidati del 24% a 33,5 milioni di euro, a fronte di un EBITDA del 10%, e intanto ha tagliato il nastro a un nuovo maxi stabilimento in Vietnam che, come nel caso di quello cinese inaugurato nel 2005, venderà direttamente ai brand soprattutto di calzature del segmento medio-alto (con una prezzatura dei 70 ai 150 dollari), che hanno da tempo delocalizzato parte della produzione nel sud-est asiatico.

La nuova struttura, un progetto da 20 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro) «totalmente autofinanziato», come precisano dall’azienda, si compone di un primo edificio di 15 mila metri quadrati appena inaugurato, a cui seguirà, nel settembre 2016, un’ulteriore costruzione per un totale di 30 mila metri quadrati, localizzati nel parco industriale di Giao Long Industrial Park, che gode di un’esenzione fiscale della durata di 10 anni.

«Il business plan» ha spiegato a MFF Umberto De Marco, Presidente di Coronet, «prevede che l’azienda vietnamita vada in utile già a partire dal 2016 e il ritorno sull’investimento è stimato per il 2022». Coronet Vietnam, situata a 100 km a sud di Ho Chi Minh City, avrà una capacità produttiva di circa 30 milioni di metri quadrati annui, che diventeranno 40 entro la fine del 2016. Così come Coronet China si occuperà dei processi di finitura, mentre il lavorato principale della pelle sintetica prodotta nelle unità operative orientali, continuerà ad essere realizzato dalla Coronet Italia.

«Entrambe le aziende, Vietnam e Cina, vendono direttamente a calzaturifici e produttori di borse che hanno i propri siti in Asia» ha concluso De Marco, «la totalità di queste scarpe e borse vengono poi esportate, principalmente negli USA».

© riproduzione riservata Milena Bello

 

Coronet S.p.a. P.IVA 01823610157